Incubatrici Borotto serie Real

Incubatrici Borotto serie Real: Era molto tempo che non incubavo qualcosa di diverso con le mie meravigliose incubatrici della serie Real 49 Borotto. Il mese scorso precisamente aprile 2014 ho deciso che è arrivato il momento di dare sfogo alla mia fantasia incubando per la prima volta uova di Anatre germanate. Ho documentato tutto tramite un video che ho prontamente caricato su youtube qualche giorno Fa. Il video non ha una qualità alta perchè ho una videocamera non molto adatta per video con risoluzioni professionali.

Siccome è il mio primo video, ho avuto un po di emozione nel farlo e la tremarella ha preso il sopravvento. Il video lo potete trovare nel seguente articolo qualche riga più sotto.

Real 49

Qui sopra nell’immagine è possibile visualizzare la famosa incubatrice “49” della serie Real. Ho avuto sempre ottimi risultati utilizzando qualsiasi incubatrice Borotto. Seguendo il libretto di istruzioni, si arriva a capire perfettamente il funzionamento di ogni macchina rendendone l’utilizzo facile per tutti i principianti.

Il video spiega in modo “amatoriale” l’avvenuta schiusa delle mie uova di anatra germanata. Ho incubato 49 uova di Anatre germante di cui 5 non fertili e 5 pulcini deboli che sono morti al momento di bucare l’uovo. Il risultato finale è di 39 piccole anatre molto sane e robuste con un punto a favore delle incubatrici Borotto che anche in questo caso non mi hanno deluso.

Foto Anatre germanate

Le piccole anatre germante sono molto forti e robuste. Una piccola anatra è ciuffata e cioè ho notato che ha un piccolo ciuffo in testa. Solitamente le anatre ciuffate sono molto rare e non so quale sia il segreto e il perchè nascano così da genitori che non hanno il ciuffo. L’incubatrice Real 49 della borotto ha avuto un bassissimo consumo di energia elettrica che ha influito in 30 giorni di utilizzo solamente di 4,40 euro di corrente. (Ovviamente il prezzo può variare dai contratti che si hanno con il proprio fornitore di energia elettrica.) Rispetto ad altre incubatrici della stessa grandezza non mi rimane che lodarla visto che risulta essere la migliore dal punto di vista del risparmio economico. Ottimo rapporto qualità prezzo che con i tempi che corrono bisogna senz’altro prendere in considerazione ogni qualvolta si effettua un acquisto con determinati criteri.

Per chi volesse convincersi sulle ottime qualità del Made in Italy Borotto vi consiglio la lettura delle precedenti recensioni che ho scritto Incubatrice Borotto e Incubatrici Borotto. Molti di voi si chiederanno senz’altro che fine faranno le anatre, ovviamente l’anatra è ricca di proteine e vitamine e finiranno tra qualche mese nel mio piatto. Molti sono convinti che l’anatra sia ricca di colesterolo ma questo è vero solo per metà. Eliminando la pelle dell’anatra la carne risulterà priva di colesterolo e buona dal punto di vista culinario in moltissime ricette DOC. Alcune Anatre germanate tra cui la ciuffata verrà tenuta per bellezza nel mio meraviglioso pollaio.

Ringraziamenti Finali: Si ringrazia in particolare il Sig. Ing. Andrea Borotto per tutte le preziose informazioni e consigli che hanno contribuito alla nascita di tutti gli animali presenti nel mio pollaio. Si ringrazia la signora Lina per avermi regalato le uova di anatra germanata. Si ringrazia la mia ragazza Ana che mi sostiene nelle mie passioni in ogni attimo della mia vita. Si ringraziano anticipatamente tutti i lettori che hanno preso parte alla lettura della mia recensione.




4 pensieri su “Incubatrici Borotto serie Real

  1. Salve la contatto in merito all’incubazione delle anatre germanate
    cortesemente potrebbe mandarmi tutti i passaggi per una corretta incubazione, ho un’incubatrice Borotto mod.a4 automatica
    la ringrazio in anticipo
    saluti Marco

  2. Salve!! Mi sei già stato di aiuto un po’ di tempo fa, ora ho ancora bisogno delle tue infinite conoscenze!! Ho messo ad incubare delle uova di gallina brahma gigante nella mia real 12 automatica dopo averla accede un po’ prima per far scaldare l’incubatrice mi e venuto in mente di inserire un termometro al Mercurio all’interno per verificare se la temperatura impostata di 37,7 sul display corrisponde a verità! Ma quando dopo qualche minuto sono andato togliere il termometro di Mercurio ho trovato una temperatura di 39,1 gradi!! allora una domanda mi sorge spontanea di chi devo fidarmi del display digitale, o del caro vecchio Mercurio?? Ciao e grazie….

    • Ciao Davide, ovviamente ti devi fidare del termometro digitale dell’incubatrice. La temperatura cioè “l’aria calda” che l’incubatrice immetterà sarà sempre di 37.7, il tuo termometro digitale al mercurio prenderà la temperatura “totale” e può essere “compromessa” dalla presenza delle creaturine nelle uova che non dimentichiamoci, anche loro sviluppano “calore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*