Proprietà e benefici Vitamina K2

Share on Pinterest

Proprietà e benefici Vitamina K2: La Vitamina K2 è una vitamina essenziale scoperta di recente che sta attirando l’attenzione del mondo scientifico internazionale per via delle sue evidenze cliniche che dimostrano la sua importanza cruciale nella lotta contro le malattie più comuni e devastanti del nostro tempo e cioè l’osteoporosi e le comuni malattie cardiovascolari.

Le malattie cardiovascolari sono la causa più comune di morte nella maggior parte dei paesi nel mondo industrializzato. La vitamina K2 è una vitamina liposolubile che aiuta il corpo ad utilizzare il calcio in modo efficiente.

Vitamina k2La famiglia della vitamina K è costituito da un gruppo di vitamine liposolubili che sono divisi in vitamina K1 (molecola fillochinone) e vitamina K2  un gruppo di (molecole menachinone). Le Vitamine K1 e K2 sono simili nella struttura: condividono un anello “chinone”, ma differiscono nella lunghezza e nel grado di saturazione della coda di carbonio.

Dove si trova la vitamina K2 ? Le più alte concentrazioni di vitamina K1 si trovano in verde ortaggi a foglia, ma concentrazioni significative sono presenti in verdure non a foglia verde, diversi oli vegetali, frutta, cereali e latticini. La vitamina K2 è presente nel fegato di animali ma la più ricca fonte alimentare sono alimenti fermentati. In giappone un piatto denominato “Natto” al giorno d’oggi, ha le più elevate concentrazioni di vitamina K2. Cosa è il natto? È un alimento tradizionale giapponese a base di fagioli di soia fermentati con Bacillus subtilis (Bacillus subtilis è noto anche come il bacillo fieno o erba bacillo, è un batterio Gram-positivo, che si trova nel suolo e nel tratto gastrointestinale dei ruminanti e gli esseri umani). Alcuni individui mangiano natto a colazione. Il natto ha un odore molto potente, un sapore forte e una consistenza viscida.

Alimenti con vitamina K2

Alimenti con la più alta concentrazione di vitamina K2:
1) Natto: Tipico piatto giapponese a base di fagioli di soia fermentati con bacillus subtilis.
2) Formaggio “duro”: pecora, capra, mucca. Le concentrazioni più alte sono nel formaggio di pecora e capra.
3) Formaggio “molle”: pecora, capra, mucca. e concentrazioni più alte sono nel formaggio di pecora e capra.
4) Tuorlo d’uovo: Il rosso d’uovo sopratutto biologico.
5) Fegatini di pollo: I fegatini di pollo hanno una grande quantità di vitamina k2.
6) Petto di pollo: Anche se risulta “stopaccioso” al palato e “allappa” oltre all’altissima concentrazione di proteine di ottima qualità contiene vitamina k2.
7) Kefir: Anche il Kefir sembra contenere tracce di vitamina k2 in quantità “buone”.

Nelle letture odierne c’è molta confusione. Un errore comune che spesso si sente dire è che gli esseri umani non hanno bisogno della vitamina K2 nella loro dieta, in quanto hanno la capacità di convertire la vitamina K1 in vitamina K2. Tuttavia, anche se gli animali possono convertire la vitamina K1 in vitamina K2, una notevole quantità di studi suggeriscono che gli esseri umani richiedono vitamina K2 assunta con la dieta per ottenere e mantenere una salute ottimale.

In definitiva, quali sono i benefici dell’assunzione di vitamina k2?
1) Contrasta le malattie cardiache: La vitamina K2 può aiutare a prevenire le malattie cardiache. L’accumulo di calcio nelle arterie intorno al cuore è un fattore di rischio enorme per le malattie del cuore. Per questo motivo, tutto ciò che può ridurre questo accumulo di calcio può aiutare a prevenire le malattie cardiache. La k2 aiuta a prevenire il deposito di calcio nelle arterie.
2) Contrasta l’osteoporosi: La vitamina K2 può aiutare a migliorare la salute delle ossa e ridurre il rischio di osteoporosi. L’osteoporosi (ossa “porose”) è un problema comune nei paesi occidentali. la K2 svolge un ruolo centrale nel metabolismo del calcio, il minerale principale trovato nelle ossa.
3) Migliora la salute dei denti: La vitamina K2 gioca un ruolo fondamentale nella salute dei nostri denti con l’aiuto simultaneo della vitamina D.

Tossicità vitamina K2: Non vi è alcuna tossicità conosciuta associata ad alte dosi di vitamina K2. Gli individui che assumono farmaci anticoagulanti, come il warfarin devono consultare il medico prima di assumere o di integrare nella propria dieta cibi ad alto contenuto di Vitamina K2. A differenza di altre vitamine liposolubili, la vitamina K non è presente in quantità significativa nel fegato. In ogni caso, la consultazione con il proprio medico curante diventa obbligatoria prima di iniziare un integrazione fai da te.

Conclusione: Le ricerche scientifiche riguardo la vitamina K2 sono all’ordine del giorno e questo, non esclude che in futuro, ci saranno grandiose novità. Eppure è già chiaro oggi che la vitamina K2 è un nutriente importante per la salute umana. E’ una delle “tante” vitamine che è stata “poco compresa” dalle autorità mediche e dal pubblico in generale.

Share on Pinterest