Sclerosi Multipla: Cause, Sintomi e Cura

Sclerosi Multipla: Cause, Sintomi e Cura: Ormai conosciuta da molte persone per via delle campagne di sensibilizzazione e delle richieste di donazione per la ricerca che spesso vediamo in televisione, la sclerosi multipla è una pericolosa e fastidiosa malattia che affligge il sistema nervoso centrale del nostro organismo. In poche parole stiamo parlando di componenti vitali del corpo umano, come il cervello, il midollo spinale e alcuni nervi di importanza rilevante; essi rappresentano la “centrale di comando” di tutte le attività del nostro corpo e, di conseguenza, un funzionamento anomalo può portare a complicazioni anche molto gravi, culminando nel peggiore degli scenari con la morte.

Il fulcro di questa patologia è il nostro sistema immunitario: nel soggetto affetto da sclerosi multipla, si può osservare un attacco diretto da parte del sistema immunitario contro il sistema nervoso centrale stesso. Nello specifico, la parte che soffre maggiormente questi attacchi è la mielina, ovvero la sostanza a base grassa che agisce come involucro per le fibre e i fasci nervosi dell’organismo; il risultato di questi danni è che la mielina produce una sorta di cicatrice il cui tessuto è detto proprio “sclerosi”.

Sintomi sclerosi multipla

A causa del danneggiamento, gli impulsi nervosi che prima venivano condotti lungo il nervo interessato ora viaggeranno più lentamente o saranno addirittura interrotti prima di arrivare a destinazione, provocando tutta una vasta serie di disturbi, complicazioni e fastidi durante la vita quotidiana. La patologia si manifesta comunque in modo diverso a seconda del soggetto, passando da essere un lento e progressivo deterioramento dell’attività nervosa a un andamento altalenante con ricadute e miglioramenti. La sclerosi multipla è una malattia ancora oggi poco conosciuta e le cause non sono ben chiare, tuttavia quelle più probabili sono:

sclerosi multipla

1) Sistema immunitario: Come già spiegato in precedenza, la causa principale è dovuta a un attacco del sistema immunitario verso il sistema nervoso; rimane poco chiaro qual è il fattore scatenante (il “bersaglio”) che induce all’attacco le cellule del sistema immunitario.
2) Zona geografica: Sono stati notati diversi fattori statistici correlati all’insorgenza della sclerosi multipla: ad esempio, nelle zone equatoriali i casi sono più ridotti; questo è dovuto al fatto che una maggiore esposizione al sole si traduca in un maggiore quantitativo di vitamina D nell’organismo. La vitamina D è considerata un agente benefico per il funzionamento dell’organismo.
3) Virus e Batteri: Secondo diversi esperti, è molto probabile che l’esposizione a lungo termine a virus e batteri, in caso di infezioni, consenta a questi microbi di innescare il fenomeno di distruzione della mielina e quindi un principio di sclerosi multipla.
4) Causa genetica: Una serie di studi statistici ha dimostrato che è generalmente più frequente la contrazione della sclerosi multipla se si hanno parenti vicini che soffrono della malattia. Questo porta a pensare che la patologia possa avere cause di tipo genetico, tuttavia la ricerca scientifica non è ancora riuscita a dimostrare il nesso tra i due fenomeni.
5) Parassiti intestinali: Strano ma vero alcuni parassiti possono infiltrarsi nei nostri muscoli senza che noi ce ne accorgiamo causando danni a lungo termine. Alcuni di questi parassiti possono rimanere senza dare “sintomi” anche per 10-15 anni dall’ingestione di qualche alimento contaminato e perdurare nei muscoli di gambe, schiena etc. Leggi maggiori informazioni sui parassiti intestinali.

Se le cause sono poco chiare, i sintomi sono invece ricorrenti e facili da riconoscere; essi si possono presentare in modo sporadico oppure manifestarsi costantemente e in modo duraturo.

1) Stanchezza generalizzata: La stanchezza è il sintomo principale, che colpisce la stragrande maggioranza degli affetti da sclerosi multipla; una sensazione di intorpidimento all’intero corpo che può causare limitazioni rilevanti durante la vita quotidiana e le nostre attività. Il sintomi viene percepito da circa l’80% delle persone.
2) Problemi di deambulazione: Spesso le persone con sclerosi multipla hanno problemi durante gli spostamenti: anche camminare diventa difficile e l’andatura è incerta.
3) Problemi visivi: Anche la vista non viene risparmiata dalla sclerosi multipla ed è possibile avere episodi di “strabismo” difficoltà di concentrazione e di lettura in condizioni di luce alta “fotosensibilità” con spasmi oculari.
4) Fascicolazioni e tremori nel corpo: I tremori nel corpo le tipiche scosse lungo la colonna vertebrale (o spasmofilia) il braccio destro o sinistro addormentato oppure, gambe addormentate e formicolanti. La sclerosi multipla espone l’individuo a diversi sintomi che possono farlo entrare in una fase “depressiva”.
5) Altri problemi noti: Gli altri fenomeni che si presentano spesso sono psicologici, come la depressione, oppure disturbi come dolori, vertigini, nausea, funzionamenti anomali dell’apparato digerente e addirittura problemi nell’ambito dell’andrologia. I sintomi possono apparire tutti insieme oppure uno alla volta per questo è difficile diagnosticare subito il problema della “Sclerosi multipla”. Ci sono momenti con ricadute maggiori denominate “fasi acute” e periodi con “fasi migliori”.

distribuzione sclerosi multipla

Qui sopra un immagine che rispecchia i dati raccolti negli ultimi anni sulla distribuzione nel mondo della sclerosi multipla.
ArancioneRischio Alto.
Giallo :Rischio medio.
Verde: Rischio basso.

Qui di seguito alcuni “rimedi naturali” che non curano la malattia ma che possono essere utili per alleviare i sintomi della sclerosi multipla.

A) Vitamina D: La vitamina D è la vitamina del sole capace di migliorare i sintomi della sclerosi multipla. Viene utilizzata anche come trattamento “preventivo” per numerose malattie croniche e degenerative. Si calcola che i paesi nordici sono più inclini a manifestare problemi di sclerosi multipla ed altri tipi di disturbi a lungo termine. Le persone che hanno un ottima esposizione solare per almeno l’80% del corpo sono quelle capaci di immagazzinare una quantità
B) Coenzima Q10: Il coenzima q10 è una potente “vitamina” capace di migliorare il funzionamento dei nostri muscoli e donare “pura energia” alle nostre cellule. La si può trovare in svariati alimenti e per un approfondimento completo vi invito alla lettura di questo articolo.
C) Zenzero, Curcuma, Cannella: Queste speciali spezie sono considerate un aiuto non solo nella prevenzione ma anche nel trattare alcuni sintomi della sclerosi multipla. Si calcola che la popolazione che vive in India ha il più basso tasso di sclerosi multipla al mondo per via del consumo nell’alimentazione quotidiana di “potenti spezie miracolose”. Per chi avesse intenzione di approfondire tutte le piante “mediche” vi invito alla visita dell’apposita sezione.
D) Integratore di minerali: Importantissimi minerali per il nostro organismo sono il magnesio ed il potassio. Entrambi questi minerali aiutano il corretto funzionamento dei nostri muscoli e favoriscono la micro-circolazione. Un muscolo irrorato di “nutrienti” è un muscolo ancora attivo capace di “funzionare”.
E) Omega 3: Si parla spesso di come gli omega 3 possano essere “importanti” ed indispensabili nella nostra alimentazione quotidiana. Attualmente esistono sul mercato ottimi prodotti a base di omega 3 derivanti dall’olio di KRILL. Gli acidi grassi omega3 sono capaci di contrastare le infiammazioni all’interno del nostro organismo e di alleviare i in alcuni casi i sintomi della sclerosi.

Conclusioni: Purtroppo, nonostante la ricerca scientifica sia molto attiva nel campo della sclerosi multipla, gli esperti non sono riusciti ancora a trovare la cura a questo disturbo. E’ possibile tuttavia fare ricorso ad alcuni farmaci che, in teoria, possono rallentare l’andamento della malattia e aiutare il paziente a gestire meglio la situazione e i sintomi. Per avere informazioni su questi farmaci rivolgetevi ad un medico specializzato.