Proprietà e benefici Olio di semi di girasole

Share on Pinterest

Proprietà e benefici Olio di semi di girasole: L’olio di girasole risulta essere l’olio più utilizzato in cucina a livello mondiale, sorpassando di molto il famoso olio di mais. La sua popolarità ha origini lontane ma anche il suo costo di produzione risulta tra i più bassi in assoluto. La qualità però non sembra essere di certo la migliore se paragonata ad altri tipi di olii.

I principali produttori a livello mondiale di olio di girasole sono Russia, Ucraina e Argentina. L’olio di girasole ha un contenuto di acidi grassi impressionante, tra cui:

Proprietà olio di semi di girasole

1) Acido palmitico.
2) Acido stearico.
3) Acido oleico.
4) Acido linoleico.

La combinazione di questi acidi grassi nel corpo sono estremamente importanti per il nostro organismo e l’olio di semi di girasole, può aiutare a mantenere l’equilibrio di quest’ultimi. L’olio, oltre agli acidi grassi contiene alcuni antiossidanti come la famosa vitamina E. La vitamina E, protegge la nostra pelle dai raggi ultravioletti, previene i danni delle cellule causati dai radicali liberi, protegge contro il cancro alla prostata e l’Alzheimer ed infine, promuove la crescita e lo sviluppo. Ora, cerchiamo di esplorare gli affascinanti benefici per la salute derivanti dal consumo di olio di semi di girasole (biologico) spremuto a freddo.

Olio di semi di girasole

1) Olio di semi di girasole e cuore: L’Olio di girasole, con moderazione, è una buona scelta per coloro che vogliono mantenere un ottimo rapporto tra gli acidi grassi per perseverare la salute del proprio cuore. Gli acidi grassi omega 6 (Acido linoleico) a differenza dei salutari omega 3, sono considerati “colesterolo cattivo“. Un buon rapporto tra omega 3 e omega 6 è obbligatorio. Il problema, è che la maggior parte delle persone assume troppi acidi grassi omega 6. Trovare un sano equilibrio è indispensabile.

2) Olio di semi di girasole è pelle: L’olio di girasole è ricco di vitamina E che agisce come antiossidante una volta entrato a contatto con il nostro corpo. La vitamina E secondo numerosi studi scientifici è in grado di mantenere una pelle “sana” aiutando nel processo di rigenerazione delle cellule. Gli antiossidanti come la vitamina E, neutralizzano i temuri radicali liberi, impedendo a quest’ultimi di distruggere o danneggiare le cellule sane. Si potrà notare una maggiore velocità nella guarigione delle ferite e un naturale colorito sano della nostra pelle.

3) Olio di semi di girasole e prevenzione del cancro: Come menzionato sopra, l’olio di girasole è ricco di antiossidanti e sostanze che agiscono come antiossidanti. Eliminando i radicali liberi prima che possano mutare le cellule sane in cellule cancerose, risulta essere un potente aiuto al nostro corpo.

Un ottimo olio di semi di girasole come deve essere fatto? Qui sotto è possibile farsi un idea di un “salutare” olio di semi di girasole:

1) Olio di semi di girasole biologico è privo di pesticidi. I pesticidi devono essere totalmente “esclusi” fin dall’inizio della semina. Il seme stesso di girasole deve essere “privo” di qualsiasi agente contaminante.
2) L’olio di girasole deve essere obbligatoriamente spremuto a freddo.
3) Si consiglia vivamente l’imbottigliamento in “vetro” o “latta” e non la classica bottiglia di “plastica” che può facilmente “contaminare” se non conservato adeguatamente, il suo contenuto interno. (Esempio: Bottiglie di plastica contenenti olio di semi di girasole lasciate per troppo tempo al sole).
4) L’olio di semi di girasole deve essere consumato “a crudo” evitando le fritture. Per fritture si intendono “patatine fritte” “carne fritta” etc. L’alta temperatura trasformerà l’olio di semi di girasole in un pericoloso Killer silente per il nostro organismo.

Conclusione: Anche se gli acidi grassi dell’olio di semi girasole sono importanti ed essenziali nella nostra dieta bisogna assumerlo con cautela perchè potrebbe alla lunga portare a problemi quali l’obesità e l’alto livello di colesterolo nel sangue. Se l’olio di girasole è consumato in eccesso, senza aumentare intenzionalmente l’assunzione di omega-3, allora questo, può causare uno squilibrio di acidi grassi nel corpo molto pericoloso.

Share on Pinterest