Forfora: Cause, sintomi e cura

Forfora: Cause, sintomi e cura: Chi di voi non ha mai sofferto di problemi con la forfora? La forfora è un problema comune di moltissime persone. Essa è causata dalle cellule morte presenti nel cuoio capelluto. Una volta che ci laviamo con qualsiasi detergente o semplicemente acqua, la forfora farà magicamente la sua apparizione. Lo sfaldamento del cuoio capelluto in modo regolato è del tutto normale anche se, moltissime volte può essere un problema più radicato. Alcune persone soffrono di questo disturbo perchè la loro “desquamazione” avviene in grandissime quantità e questo spesso viene accompagnato da prurito intenso, ferite (provocate dal gratta gratta continuo) e arrossamenti.

Quasi la metà della popolazione mondiale soffre di problemi di forfora. La condizione sembra peggiorare nei mesi invernali rispetto ai mesi caldi estivi. La maggior parte dei casi di forfora possono essere facilmente trattati con shampoo “speciali” reperibili in qualsiasi supermercato specializzato o non.

Forfora rimedi

Alcune persone comprano prodotti come shampoo “speciali” in farmacia spendendo molto di più per un prodotto che utilizza gli stessi ingredienti attivi presenti in un comune shampoo del supermercato. Il problema maggiore per chi soffre di questo disturbo in modo cronico e repentino è il fatto di non riuscire ad integrarsi perfettamente nella società fino a causare un disturbo psicologico basato su una scarsa fiducia in se stessi o in una vera e propria “fobia“. Scopriamo in linea di massima quali sono i segni e i sintomi della forfora facilmente distinguibili. Sintomi: Qui di seguito, vengono illustrati i sintomi che accompagnano la maggior parte dei casi di forfora.

1) Pelle secca: La pelle secca con tutto il cuoio capelluto risulta essere particolarmente disidratato.
2) Prurito: Il prurito nella maggior parte delle persone con problemi di forfora è quasi sempre presente. Alcune persone possono avere più prurito rispetto ad altre.
3) Macchie rosse: In testa e precisamente sotto i capelli si potranno notare macchie rosse o rosa circolari.

Forfora

Cause: Qui di seguito andiamo ad analizzare nel dettaglio quali sono le cause che possono provocare la forfora.

1) Dermatite seborroica: La dermatite seborroica è una dermatite che colpisce le zone ricche di ghiandole sebacee tra cui il cuoio capelluto, la faccia, il torace e il condotto uditivo. Una delle maggiori cause può essere la presenza di funghi del genere Malassezia. Essa può portare a desquamazione anche della zona centrale della fronte e delle sopracciglia.
2) Pelle secca: La pelle secca si presenta con striature sulla pelle che a volte si desquama. Viene accompagnata da prurito e tipicamente colpisce il cuoio capelluto, il viso, e le mani. Le cause che possono accompagnare la pelle secca sono molte fra cui la carenza della vitamina A, il contatto eccessivo con l’acqua, il diabete, etc.
3) Scarsa igiene: La scarsa igiene può essere causa di forfora. Immaginiamoci di essere colpiti da funghi del genere malassezia. Questi continueranno ad espandersi finché troveranno “spore” e sporcizia sulla nostra testa. Insomma avranno di che nutrirsi.
4) Lavaggi frequenti: Nemmeno i continui lavaggi frequenti fanno bene. L’iper “igiene” può provocare irritazione al cuoio capelluto e quest’ultimo tenderà a disidratarsi e seccarsi. Attenzione anche a shampoo troppo aggressivi per la propria testa. Tutti noi possiamo avere ipersensibilità a qualche tipo di sapone o shampoo.
5) Funghi della pelle: Punto direttamente il dito contro i funghi della pelle. Come descritto in un mio precedente articolo, i funghi sono una delle principali cause scatenanti la forfora. Essi, se non trattati, possono portare a dermatite seborroica “continua” e a frequente desquamazione accompagnata da prurito.
6) Allergie: Anche alcuni tipi di allergie alimentari possono causare sfaldamenti del cuoio capelluto con conseguente desquamazione. Le allergie ai prodotti di pulizia sono spesso presenti ma dovrebbero “limitarsi” solamente all’utilizzo di questi prodotti e dunque, quando ci accorgiamo che un prodotto detergente per i nostri capelli si comporta in modo strano sul nostro cuoio capelluto forse è meglio non utilizzarlo mai più.
7) Stress e Ansia: Anche se questa causa va indagata profondamente sembra proprio che i cambi di stagione, lunghissimi periodi di stress psicofisico possono “agevolare” la comparsa della forfora con desquamazione.
8) Utilizzo di medicinali: Alcuni medicinali come antibiotici e cortisone possono agevolare la comparsa di “funghi” e quest’ultimi agevolare la comparsa di forfora e dermatite seborroica.

Spesso ci accorgiamo di soffrire di forfora perchè essa è molto visibile sui nostri vestiti scuri o più semplicemente, quando ci grattiamo la testa potremmo notare grandi “forforoni” staccarsi dal nostro cuoio capelluto. La forfora può essere di colore bianco ma anche giallo e assumere una consistenza anche “oleosa” per via del sebo in eccesso.

Trattamento: Qui di seguito vengono descritti i trattamenti possibili per combattere la forfora.

1) Shampoo: Alcuni Shampoo antiforfora utilizzano ingredienti speciali abilitati a combattere la forfora. Tra gli ingredienti maggiormente utilizzati troviamo il ketoconazolo, lo Zinco pyrithione (potente agente anti-fungino), Piroctone olamine (octopirox) anche quest’ultimo è un ingrediente anti-fungino e antibatterico a largo spettro. Il ketoconazolo sembra essere secondo numerosi studi uno dei più efficienti prodotti.

2) Olio: Alcuni tipi di olio per la cute e i capelli, come olio di cocco, olio di argan, olio di jojoba, olio di germe di grano, olio di neem, tea tree oil. Sembrano essere efficaci per rallentare la comparsa della forfora perchè “idratano” la cute in profondità.

Conclusione: La Forfora colpisce fino a metà degli adulti nella popolazione mondiale. Essa come detto precedentemente è spesso causata da funghi mentre le altre cause sono di minor impatto. Utilizzando prodotti specifici con ingredienti specifici è possibile tenere la forfora sotto controllo anche se, in rari casi essa può essere causa di malattie che prevedono la consultazione obbligatoria con il proprio medico curante. In linea di massima bisogna fare attenzione ai funghi e ai fortissimi periodi di stress che possono abbassare la risposta del nostro sistema immunitario.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*