Vomito: Cause, Sintomi e Cura

Vomito: Cause, Sintomi e Cura: Molto spesso capita che nel nostro organismo si introducano sostanze estranee irritanti o nocive: per reagire a questi elementi negativi il nostro corpo si comporta in modi diversi: ad esempio con gli starnuti, la tosse o la diarrea, ma anche con il vomito. Quando nel nostro stomaco sono presenti sostanze da espellere, si verifica questo fenomeno forzato, in cui il diaframma si contrae in modo brusco e i muscoli dell’addome spingono contro lo stomaco, movimentando con forza il contenuto di quest’ultimo verso l’esterno.

In alcuni casi esistono riflessi che accompagnano il tutto, ad esempio un’abbondante produzione di saliva. Il vomito non è solo una reazione dell’organismo dovuta a sostanze presenti nell’apparato digestivo, ma può anche essere provocata dai meccanismi dell’orecchio che regolano l’equilibrio (come nel caso del mal di mare) oppure dopo una visione o la percezione di un odore molto sgradevole.

Cause vomito

Almeno una volta nella nostra vita tutti noi ci siamo confrontati con questo problema. Vediamo di capire e comprendere quali siano i colori del vomito e quale sia il loro significato spiegato in modo semplice e dettagliato.

1) Vomito di colore verde: E’ spesso definito Vomito Biliare e si presenta con emissione di bile che ha un caratteristico colore verde scuro. Il colore verde può essere in alcuni casi dettato anche dal cibo che si è recentemente ingerito. All’età di 20 anni ho vomitato verde ma tre ore prima, avevo mangiato una quantità enorme di spinaci. Il vomito di colore “Giallo” può e

2) Vomito di colore giallo: Il vomito di colore giallo è spesso causato sempre dall’emissione di bile. In molti causi può essere causato da una condizione denominata “Stenosi” che consistente nel restringimento di un orifizio, di un dotto, di un vaso sanguigno o di un organo cavo, tale da ostacolare o impedire il normale passaggio di alcune sostanze.

3) Vomito di colore marrone: Se il vomito è di colore marrone scurso ed ha anche un cattivo odore simile alle feci la causa potrebbe risiedere in un “Blocco intestinale“. Il colore marrone potrebbe essere simile al “catrame” o al tipico fondo di caffè quando si tratta di sangue digerito. E’ facile osservarlo quando esce il sangue dal naso e ci si stende, il sangue verrà digerito e questo, provocherà insistenti conati di vomito.

4) Vomito di colore bianco: Il vomito di colore bianco è causato dall’acido dei succhi gastrici. Spesso è accompagnato anche da muco viscoso o mucoso. Quando è di tipo “mucoso” solitamente non è acido. Quando si tratta perlopiù di succhi gastrici, può essere acido.

5) Vomito di colore Rosso: Il vomito con sangue di colore rosso vivo o “ematemesi” solitamente è causato da un ulcera aperta a livello di stomaco of esofago o dalla cirrosi epatica.

Il vomito è quasi sempre un emergenza medica che richiede esami ed attente valutazioni specialistiche. E’ obbligatoria la consultazione con il proprio medico curante qualsiasi sia il colore de vostro vomito.

Vomito

Al di la dei possibile colori che il vomito può assumere quali sono le principali cause di questo problema fisiologico che moltissime persone sperimentano nell’arco della propria vita?

1) Gravidanza: E’ abbastanza comune tra le donne in gravidanza soffrire di vomito.
2) Congestione: Il vomito si può verificare quando esiste un blocca della digestione a causa del freddo.
3) Virus intestinale: In caso di virus intestinale è possibile avere conati di vomito e vomito. La causa principale sono i rotavirus. Oltre al vomito è presente spesso la diarrea.
4) Batterio gastrointestinale: I Batteri sono uno dei responsabili maggiori che possono provocare vomito.
5) Labirintite: La labirintite è un’infezione dell’orecchio interno che provoca vertigini e acufeni che a loro volta possono provocare vomito e conati di vomito per via della perdita di equilibrio.
6) Appendicite: L’infiammazione dell’appendicite è considerata un emergenza medica. Oltre al fortissimo dolore nella parte bassa destra del fianco si può manifestare il vomito.
7) Emicrania: Quando di soffre di emicrania solitamente il vomito inizia con l’iniziare del mal di testa. In questo caso è necessario cercare di curare l’emicrania per sfuggire al vomito.
8) Intossicazione Alimentare: L’avvelenamento da tossine è prodotto dai batteri che crescono negli alimenti conservati male. Attenzione a frutta e verdura ma anche a pesce e carne conservata male. Particolare attenzione anche a sottaceti. Insomma, massima attenzione a tutto quello che è conservato in modo non adeguato.
9) Mal di mare e mal d’auto: Il mal di mare così comunemente chiamato è responsabile del vomito. La condizione medica viene denominata naupatia. E’ una sensazione di disturbo, che si manifesta in alcune persone quando viaggiano su imbarcazioni o similari. Anche il mal d’auto provoca in molti soggetti “sensibili” il vomito.
10) Medicine: Molti farmaci possono essere responsabili del vomito. E’ opportuno ed obbligatorio leggere gli effetti collaterali anche dei comunissimi farmaci da banco che possono essere acquistati senza ricetta medica.
11) Reflusso gastroesofageo: Molte persone sono affette dal comunissimo disturbo del reflusso gastroesofageo. Questa condizione medica a sua volta può provocare altri disturbi come il classico vomito.
12) Allergie alimentari: In caso di alcune allergie alimentari oltre alla comunissima “Asma” è possibile vomitare tutto quello che il nostro organismo considera “nemico”.
13) Privazione di cibo: Quando rimaniamo a stomaco vuoto per molto tempo si produrrà più saliva ed automaticamente quando verrà “ingerita” provocherà dei conati di vomito.
14) Sovra-Alimentazione: Quando si beve o si mangia troppo è quasi automatico il “riflesso” dei conati di vomito. Bere troppo anche acqua o mangiare quantità di cibo in modo esagerato ad un singolo pasto provoca il “riflesso” del vomito. Anche alcuni alcolici assunti oltre la “media” provocano il vomito.
15) Odori sgradevoli: Gli odori sgradevoli sono una delle maggiori cause che possono provocare vomito.
16) Shock: Quando una persona è colpita da uno shock qualsiasi esso è può vomitare.
17) Ematoma alla testa: Una botta alla testa con ematoma può essere la causa di vomito a “scoppio ritardato”. Vediamo ora alcuni rimedi efficaci e naturali per contrastare i fenomeni di nausea e vomito.




1) Zenzero: Lo zenzero è un rimedio efficacissimo quando siete in preda a fenomeni di nausea e avvertite il bisogno di vomitare: può essere assunto in vari modi, ad esempio in una tisana o anche fresco (un piccolo pezzo). Se state viaggiando il modo migliore è usare un fazzoletto da impregnare con qualche goccia di olio essenziale, che poi annuserete periodicamente.

2) Saltare dei pasti: Se siete vittime di problemi di digestione e tendete a vomitare frequentemente ciò che avete ingerito poche ore prima, una buona soluzione può essere semplicemente saltare dei pasti e sostituirli con alimenti semplici e di estrema digeribilità, come il brodo o le bevande calde (infusi, te, ecc.).

3) Acqua cottura di riso: Uno degli antichi rimedi della nonna più curiosi è quello di assumere un po’ dell’acqua di cottura utilizzata per preparare il riso. L’acqua deve essere poco salata e va bevuta a piccoli sorsi, verificando che in quel momento apporti un senso di sollievo.

4) Si alle fibre: Se avete subito delle intossicazioni alimentari che vi portano un forte senso di nausea e conati di vomito, un’ottima soluzione è assumere buone quantità di fibre: queste sostanze sono un vero toccasana in questi casi, dato che ripuliscono il nostro corpo dagli agenti nocivi e dalle tossine. I cibi più ricchi in fibre sono le verdure e la frutta fresca, preferibilmente da agricoltura biologica. (Anche il carbone vegetale può essere un buon rimedio in caso di intossicazione se assunto abbastanza subito).

5) Camomilla: Uno dei rimedi più famosi e generalmente considerato efficace è quello di bere una buona camomilla. Con le sue riconosciute proprietà rilassanti e antispasmodiche, una tisana alla camomilla addolcita magari con del miele e addizionata con una piccola quantità di succo di limone può essere un interessante palliativo per arrestare il malessere.

6) Bicarbonato di sodio: Se i vostri problemi sono di natura digestiva, un modo valido ed efficace per eliminare il senso di nausea e lo stimolo del vomito è quello di assumere un bicchiere d’acqua nel quale avete sciolto precedentemente un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Il bicarbonato è un utile alleato in queste situazioni, dato che aiuta lo stomaco a digerire con più efficienza.

7) Menta: La menta, al pari dello zenzero, è un interessante rimedio naturale che può essere assunto sotto forma di infuso. Un modo gustoso per prepararne uno è aggiungere le foglie di menta in un te verde, ottenendo una vera e propria bevanda benefica con un profumo delizioso e varie sostanze nutrienti per il nostro organismo (da non sottovalutare i polifenoli).

Conclusioni: Ricordate anche che il vomito è una reazione naturale dell’organismo che non va sempre contrastata. Se avvertite dei conati, non tratteneteli: permettete allo stomaco di liberarsi del suo fardello. Sarete poi ricompensati da una sensazione di benessere e sollievo. Esistono anche farmaci denominati “antiemetici” ed è bene affidarsi alla “ricetta” del proprio medico curante.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*