Parto della pecora: Segni e Sintomi

Parto della pecora: Segni e Sintomi: Le pecore sono docili animali erbivori che ci donano lana per vestirci e un ottimo formaggio di pecora grazie al loro prezioso latte “grasso”. Vorrei affrontare una volta per tutte la questione dei sintomi e dei segni prima del parto. La gestazione delle pecore varia da razza a razza. Molti siti concordano su una media di 152 giorni. Il periodo della gestazione può variare dai 138 giorni ai 147 ed infine ai 159 giorni.

Tutto dipende dalla razza dell’animale se è una razza pura o un incrocio dal peso dell’animale dalla sua età e da come esse, vengono nutrite. Moltissimi vecchi “Pastori” sono bravi nello scoraggiare i nuovi “pastori” senza esperienza parlando di nascite di agnelli molto difficoltose e laboriose. Tutto estremamente falso visto che, nella stragrande maggioranza dei casi circa il 98% delle pecore da alla luce agnelli senza nessun tipo di problema è sopratutto, senza l’aiuto dell’uomo. (Leggi anche “Come allevare pecore”).

Parto pecora

Dunque, ricapitolando, quanto dura la gestazione delle pecore e quali sono i fattori che influenzano la nascita di un agnello?

( Periodo di gestazione )
1) 138 giorni.
2) 147 giorni.
3) 159 giorni.

( Fattori che influenzano la gestazione )
1)
Razza della pecora.
2)
Età della pecora.
3)
Alimentazione e qualità del foraggio.
4)
Malattie e parassiti.

La stagione e la durata del giorno sono capaci di controllare l’attività di riproduzione delle pecore. Nella nostra penisola italiana quando le giornate si accorciano e le temperature diventano più miti, inizia il processo riproduttivo delle pecore. Questa però non è la regola “fondamentale” e non vale per tutte le pecore (Esistono “calori” anche nella stagione calda). Durante il periodo fertile, le pecore entrano in calore ogni 15-17 giorni. E’ bene ricordarsi che solamente durante il “calore” la pecora “femmina” permette all’ariete “maschio” di accoppiarsi. La durata del calore può durare fino ad un massimo di 48 ore salvo rare eccezioni.

L’accoppiamento non avviene per quali motivi? Esistono svariati motivi per qui l’accoppiamento non avviene ed andremo ad analizzare questi motivi qui sotto:
1) Ariete maschio troppo giovane (ottimo l’ariete dopo i 9 mesi).
2) Pecore più giovani di sei mesi (ottime le pecore dopo 8 mesi).
3) Inadeguata alimentazione sia delle pecore che dell’ariete.
4) Impedimenti come per esempio la coda delle pecore troppo grande e piena di lana che impedisce l’atto finale.

Segni parto della pecoraSe il primo “accoppiamento” non è andato a buon fine bisognerà aspettare altri 15-17 giorni per il nuovo “calore” delle pecore. L’ariete capisce esattamente quando la pecora entra nell’estro. Un buon ariete è capace di accoppiarsi nel periodo dell’accoppiamento con oltre 100 pecore anche se, i pastori generalmente utilizzano 1 ariete ogni 30 pecore per essere “sicuri” che tutto vada a buon fine.

Leggo su molti siti che è opportuno per le pecore, non far avere una gravidanza prima di un anno e mezzo. Parlando per esperienza personale questa cosa non la ritengo vera visto che, le mie pecore hanno sempre avuto un adeguata alimentazione e a 8 mesi, erano pronte.

Quali sono i sintomi che indicano una gravidanza nelle pecore?
1) La pecora non entra più in calore (regola dei 15-17 giorni) dopo l’accoppiamento.
2) 45 giorni dopo la vulva della pecora diventa più grande.
3) 90 giorni dopo la pecora è calma e cammina molto lentamente.

Come aiutare la nostra pecora nella sua fase di gravidanza?
1) Una pecora incinta ha bisogno di pace, attenzioni e ottima alimentazione.
2) Tenere la pecora in un terreno “controllato” ed evitare di esporla a pericoli. La pecora ha bisogno di pace ed è molto paurosa e premurosa quando è incinta.
3) In caso di Zecche eliminarle delicatamente non strattonando la pecora.
4) Nella fase di gravidanza non utilizzare nessun farmaco contro vermi e parassiti interni.
5) Una settimana prima del parto trovare un riparo per la pecora. In caso non esista un riparo comune essa partorirà in una zona più isolata e nascosta dalle altre pecore.

Fase finale e nascita dell’agnello segni e sintomi:
1) Le mammelle inizieranno a gonfiarsi e a diventare rosse.
2) La vulva si gonfia e diventa rossa.
3) E’ visibile una cavità in entrambi i lati della coda.
4) La pecora diventa agitata.
5) La pecora si apparta e si distende a terra.
6) Avviene la rottura delle acque e la pecora è sempre più irrequieta.
7) Nascita dell’agnello dopo la rottura delle acque avviene in massimo 10-15 minuti.

Posizione agnello parto della pecoraLa pecora inizierà immediatamente a produrre il latte e appena avviene la nascita dell’agnello, la pecora “neo-mamma” comincia a pulirlo leccandolo completamente con la lingua (Qui si crea l’imprinting tra mamma pecora e agnello diventando inseparabili. Ogni richiamo di mamma attirerà il piccolo e ogni richiamo dell’agnello attirerà la madre). In poco tempo l’agnello si alzerà e cercherà immediatamente il latte. E’ bene tagliare dopo la nascita dell’agnello, l’intera lana e la parte finale della coda “ricca di lana” che potrà influenzare la poppata dell’agnello che non troverà subito la mammella.

Come si chiama Il primo latte prodotto dalla pecora? Il primo latte prodotto dalla pecora è estremamente nutriente e viene denominato colostro.

Conclusioni: Le pecore generalmente danno alla luce da 1 a 3 agnelli in alcuni rarissimi casi anche 4. La massima produzione di agnelli si riscontra quando le pecore diventano più mature intorno a 4-5 anni di età. Anche se alcuni agnelli hanno difficoltà ad uscire bisognerà avere un pochino di pazienza. Se la pecora non riesce a far fuori l’agnello in massimo due ore dalla rottura delle acque, bisognerà intervenire aiutando la pecora con le proprie mani oppure affiancati dall’esperienza del veterinario di fiducia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*