Proprietà e benefici Creatina

Proprietà e benefici Creatina: Chi frequenta una palestra o si dedica ad attività come il body-building, avrà sicuramente sentito parlare della creatina. Essa viene considerata come un vero e proprio integratore miracoloso che aumenta senza alcuna difficoltà il rendimento, la resistenza alla fatica e aiuta l’aumento di massa muscolare. Frasi come queste, molto comuni tra gli utilizzatori e i produttori di integratori, sono però vere oppure si tratta solamente di marketing?

La creatina, così come altri elementi presenti negli integratori per sportivi, è un amminoacido; è stata scoperta nel lontano 1832, nella carne, da uno studioso francese. Il nostro organismo è in grado di sintetizzare la creatina in modo autonomo, sfruttando tre amminoacidi base (l’arginina, la glicina e la metionina): i centri preposti alla produzione dell’amminoacido sono il fegato, i reni e il pancreas. Così come avviene per altri amminoacidi non essenziali, la creatina viene introdotta nell’organismo anche attraverso alcuni cibi come la carne e il pesce, che ne sono particolarmente ricchi.

benefici creatinaGli effetti della creatina assunta tramite integratori alimentari non sono stati dimostrati unanimemente, e i risultati delle ricerche sono stati spesso contrastanti. La vera utilità di un trattamento del genere non è infatti completamente certa; in ogni caso, una grande quantità di atleti ne fa uso. Così come tutti gli integratori di questo tipo, andrebbe assunto sotto la supervisione di un medico specializzato: un uso errato o un abuso di creatina può comportare disturbi lievi e non. In primis, porta generalmente a un effetto di ritenzione idrica e disidratazione: l’accumulo di acqua a livello intracellulare e muscolare sarà alla base di un aumento del peso corporeo e a un aumento della massa muscolare, che è in realtà fittizio.

Questo aumento di peso risulterà invece estremamente dannoso per il rendimento durante le prestazioni sportive. Altre controindicazioni riguardano la possibilità di provocare disturbi a livello intestinale e digestivo, compresi casi di diarrea, in caso di assunzione di dosaggi elevati. In questo caso si ha un eccesso di creatina che il corpo deve smaltire.
Ora vedremo quali sono i principali vantaggi della creatina nell’uso sportivo e non: ricordiamo che in generale l’assunzione di creatina porta un vantaggio a circa il 70% delle persone che ne fanno uso, e va abbinata a uno stile di vita corretto.

Creatina

Chi svolge una ridotta attività fisica o segue diete particolari (come quelle iperproteiche tipiche dei body-builder) potrebbe vanificare l’effetto della creatina con conseguenze deleterie anche per il portafogli.

1) Fonte di energia: La principale qualità della creatina sta nel suo intervento sulla prestazione fisica, particolarmente nel momento in cui i muscoli devono rilasciare quantità di energia prossime al massimo. La creatina è un precursore dell’ATP, ovvero la principale fonte di energia con cui le cellule si alimentano “adenosina trifosfato“; mediante una serie di processi chimici (che richiederebbero una spiegazione molto lunga), la creatina viene trasformata dall’organismo in fosfocreatina che poi andrà a riformare ATP nel momento del massimo bisogno, cioè quando il muscolo è sottoposto ad un picco di sforzo. Parliamo ad esempio del sollevamento di un peso molto importante o di uno scatto, che per un periodo di tempo brevissimo esigono al muscolo la massima erogazione di potenza.

2) Muscoli più efficienti: La capacità di migliorare l’efficienza del muscolo nei momenti di massimo sforzo, permette indirettamente alla creatina (più specificamente al suo derivato, la fosfocreatina) di aumentare globalmente la resistenza e la durata del periodo in cui il muscolo eroga il massimo sforzo; di solito questo periodo è di 4 o 5 secondi al massimo, ma è strettamente collegato alle riserve di fosfocreatina. Con un livello di fosfocreatina più alto il rendimento aumenterà.

3) Proprietà antiossidanti: Secondo studi clinici molto recenti, la creatina ha anche interessanti proprietà antiossidanti, unite alla capacità di proteggere l’apparato cardiovascolare e neuronale. E’ infatti utilizzata, sotto stretto controllo medico, per migliorare le condizioni dei soggetti con problemi come l’insufficienza cardiaca.

Quali sono i cibi con il più alto contenuto di creatina? Qui di seguito ho stilato una lista dei cibi o meglio “alimenti” con le più alte concentrazione di creatina naturale.

1) Carne Rossa: Bistecca fiorentina.
2) Carne Bianca: Petto di Pollo.
3) Pesce: Salmone, Tonno, Orata, Merluzzo, Trota.

Esiste anche una minima quantità di creatina contenuta nel latte di mucca, latte di pecora e latte di capra. Per quanto riguarda le persone vegane, sembrerebbe che i “cranberry” o mirtilli americani “ossicocco” contengano una piccola percentuale di creatina.

Conclusioni: Esistono sul mercato ogni genere di prodotti “marchiati” con il termine creatina. Prodotti del tutto sintetici e non naturali. Per esperienza personale e per “moralità” la mia preferenza va verso il prodotto naturale “Biologico” contenente creatina “naturale”. Un chilo di carne di manzo contiene ben 5 grammi di creatina. La maggior parte degli atleti non può e non dovrebbe consumare esageratamente carne rossa o salmone ogni giorno e dunque, è necessario per queste persone trovare altre fonti di creatina (integratori) per assicurarsi che ci sia abbastanza ATP disponibile. In ogni caso, prima di iniziare un integrazione fai da te è obbligatoria la consultazione con il proprio medico curante per evitare effetti collaterali.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*