Come combattere l’ansia

Come combattere l’ansia: Tutto iniziò circa 2 mesi fa con strane palpitazioni al cuore e senso di oppressione. Per farla breve, tutte le analisi fatte hanno dato un buon esito senza evidenziare nessun problema. Nell’ultimo periodo ho mangiato sempre sano ed improvvisamente, è successo quello che non doveva succedere. Tutte le storie che caratterizzano l’ansia sono quasi identiche e il nostro medico, da sempre la colpa a quest’ultima. E’ possibile che l’ansia arrivi all’improvviso nonostante le “classiche analisi” di routine sono andate a buon fine? Sempre più spesso mi confronto con amici e conoscenti che testimoniano e descrivono sintomi come forte emicrania improvvisa e generale senso di stanchezza.

Un caso simile è successo anche a me e il medico, guardandomi mi ha detto, è solo ansia non hai niente. Ma come è possibile tutto ciò? Il mio dolore è stato reale. Come è possibile che le analisi hanno dato esito positivo se da qualche mese non sembro più lo stesso? Come è possibile che sia solamente colpa dell’ansia? E se qualche analisi non è del tutto corretta? E se i sintomi che si hanno “improvvisamente” fanno parte di quelle classiche “malattie sconosciute” ? Sono domande che qualsiasi persona “sana” e non ansiosa, si sarà sicuramente posta.

E' solo ansia

Ora qualcuno ben dirà, se ti poni tutte queste domande sicuramente è ansia. Eccola la, proprio di questo non avevo bisogno. Accusati molte volte ingiustamente.

Sappiamo bene, che alcuni problemi comuni poco “conosciuti” vengono catalogati in un grande archivio denominato “ansia”. Non per fare il paranoico ma alcune malattie, sono molto difficili da identificare e ho l’impressione che molte non hanno ancora un nome. Ho sentito di persone che hanno fatto moltissime analisi del cuore ripetute nel corso dell’anno e ancora oggi, nonostante gli esisti positivi, non riescono a convincersi del fatto che i dolori al petto e alla parte destra del cuore siano collegati all’ansia. Ogni sintomo che ci provoca dolore ci da una vaga sensazione di morte imminente e si cade in preda al panico. Non si riesce a mangiare, non si riesce a dormire, e’ totalmente debilitante essere in guerra con il proprio cervello che a forza di sentircelo dire continueremo a spaventarci pensando di essere malati…non di qualche malattia “sconosciuta” ma di testa.

Combattere ansiaQuando qualcuno ci dice “E’ ansia datti una regolata” e come sentirsi sgridati e fuori luogo. Molte persone dicono di aver bisogno di aiuto e non possono più vivere in questo modo. In parte l’ansia è molto difficile da catalogare ma allo stesso tempo attacca improvvisamente come un serpente. Nonostante le mie paranoie descritte qui sopra “le classiche di ogni persona che vive giornalmente con l’ansia” sono state così descritte per arrivare al punto che quando ci preoccupiamo troppo per qualcosa, questa cosa, è destinata a diventare con il passare del tempo “peggiore”.

Non sto dicendo che è facile, ma non si sta certamente morendo. L’ansia è una piccola parola con tantissime grandi sfumature. La vita quando è accompagnata dall’ansia ci farà vivere un vero inferno. Ma noi, unici che possiamo cambiare l’esito di questa battaglia possiamo vincerla o peggiorarla. Tutto dipende dalle nostre azioni. Accettare l’ansia non è facile. Molte persone penseranno di essere pazze e di aver bisogno di cure proprio per la testa ma assolutamente non si è pazzi.

E’ arrivato il momento di iniziare a combattere anche se lentamente. Dobbiamo riprenderci indietro la nostra vita. Se le analisi che avete eseguito sono buone “Accettatele” per quelle che sono. Guardate il lato positivo di questa cosa non è altro che una condizione che può essere “affrontata”.

Mente contro Corpo: L’ansia è una continua lotta tra la mente e il corpo che va affrontata. Prendetevi dei giorni e lottate dicendo all’ansia: Io sono qui per sfidarti. Vuoi lottare? Allora lottiamo. Piano piano, battaglia dopo battaglia l’ansia sarà un lontano ricordo.

Cosa è l’ansia: L’ansia è uno stato psichico di una persona cosciente, caratterizzato da una sensazione di paura e varie preoccupazioni spesso infondate, relative a stimoli ambientali specifici e una mancata risposta all’adattamento da parte del nostro organismo ad una determinata situazione. Quest’ultima, si esprime con stress e nei casi più gravi con una vera e propria depressione con conseguenti Attacchi di panicoCome Lottare contro l’ansia:

1) Alimentazione: Un alimentazione ricca di vitamine e minerali e altri importanti micronutrienti. Riduzione significativa di caffeina e zucchero.
2) Esercizio fisico: Un esercizio fisico leggero aiuta a combattere l’ansia. In un mio interessante articolo ho descritto i 10 benefici apportati dalla bicicletta.
3) Ridere: Come per esempio guardando un film comico e ridere cogliendo ogni attimo. Ricordatevi i momenti della vostra vita quando ridevate così tanto fino alle lacrime. Vi sarà mai successo no?
4) Rilassamento: Andate in campagna e state a contatto con gli animali. Prendetevi un giorno e cercate il contatto con la natura. Cercate le tecniche di meditazione, riflessologia, yoga ed ipnosi. Cercate di leggere. Leggete ed aprite la mente verso nuovi orizzonti.
5) Dormire: Un sonno appropriato può essere completamente “ristoratore”. Dormire almeno 8 ore al giorno è un buon inizio.
6) Parlarne: Parlare con altre persone che hanno vissuto le vostre stesse esperienze è un buon punto d’inizio per sentirsi in una “zona sicura”.

Quando si soffre d’ansia è facile cadere in preda all’alcolismo. Le persone che soffrono d’ansia devono fare particolare attenzione all’alcol perché quest’ultimo è un potente depressivo che crea moltissimi gravi effetti collaterali come l’assuefazione e la dipendenza.

Conclusioni: Questo mio articolo iniziato in modo paranoico ha voluto ingannare volutamente il lettore che soffre di ansia. Inizialmente molti avranno detto che ho proprio ragione. Ho cercato di spiegare questo evento proprio perché l’ho vissuto sulla mia pelle in prima persona. Nessun’altro meglio di chi ha vissuto l’esperienza con l’ansia può descriverla così bene. In ogni caso, quando si è ansiosi è obbligatoria la consultazione con il proprio medico curante innanzitutto per escludere tramite analisi di routine, problemi di diversa natura dell’ansia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*