Sangue dal Naso: Cause, Sintomi e Cura

Sangue dal Naso: Cause, Sintomi e Cura: La naturale perdita di piccole quantità di sangue dalla cavità nasale il più delle volte è di natura benigna, dovuta ad uno starnuto molto forte. Il sangue può fluire verso l’esterno dal naso e quando ci stendiamo esso, gocciola giù nella nostra gola per finire nello stomaco causando sintomi come nausea e vomito. Quando il sanguinamento avviene in modo significativo e non può essere controllato o si verifica frequentemente e ripetutamente, è richiesto l’intervento del personale medico abilitato.

Adulti, anziani e bambini possono sperimentare “epistassi“. L’epistassi è il termine medico che descrive il sangue dal naso. Il sangue dal naso il più delle volte è causato da lievi irritazioni, lesioni alla mucosa del naso, aria secca o corpi estranei. Per la maggior parte delle persone la perdita di sangue dal naso risulta innocua e l’emorragia può essere facilmente fermata a casa seguendo piccole regole comuni come per esempio:

Cause sangue dal naso

1) Rimanere in piedi e stringere: Bisogna rimanere in piedi (mai distesi) e stringere con pollice e dito indice alla base dell’osso del naso per bloccare l’emorragia. Questa tecnica è la più comune e me la insegnata il mio medico che mi operò “bruciatura dei capillari” quando ero ancora “bambino” per via della rottura di due vene dopo un violento starnuto.

Le principali cause del sangue dal naso sono di due tipi:
1) Causa Traumatica: Un incidente come per esempio una “botta in faccia” una pallonata o uno scontro violento contro qualsiasi tipo di oggetto con il naso. In caso di allergie ai pollini e forti starnuti si può avere la rottura dei capillari.
2) Causa Patologica: Tra le patologie principali che causano il sangue dal naso ci sono quelle di tipo circolatorie che vanno dall’ipertensione alle “svariate” malattie cardiache. In questi casi, il fenomeno è preceduto da forti mal di testa e ronzii alle orecchie. Da non dimenticare il consumo eccessivo di caffeina e le infezioni acute come per esempio la rinite allergica e la sinusite ma anche virus come la malaria, l’ebola etc.. Altre patologie sono le malattie di origine ereditaria e la leucemia.

Sangue dal naso

Qui di seguito vengono evidenziate tutte le possibili cause che possono favorire il sanguinamento dal naso:
1) Traumi: Lesioni e traumi con colpi al volto etc.
2) Dita nel naso: Evitare le dita nel naso.
3) Corpi estranei: I corpi estranei nel naso “spesso nei bambini” come un chicco di riso o di mais e altri piccoli oggetti.
4) Infezioni: Raffreddore, influenza, sinusite, bronchite.
5) Allergie: Rinite allergica e altre allergie stagionali come quella ai pollini di parietaria e graminacee che causano anche forti starnuti eccessivi.
6) Poca umidità: Un ambiente troppo secco senza umidità fa letteralmente “asciugare” il naso e “Crack”.
7) Irritanti chimici: Generalmente prodotti per la pulizia come disinfettanti, disincrostanti, etc.
8) Freddo: Un aria particolarmente fredda danneggia la mucosa nasale.
9) Farmaci: Alcune medicine anti-coagulanti come per esempio il warfarin e l’aspirina che rendono il sangue molto liquido e poco viscoso.
10) Decongestionanti nasali: Oltre a creare dipendenza distruggono letteralmente la mucosa nasale. Un vero insulto per il nostro naso.
11) Carenza di vitamine: La vitamina C rafforza i capillari in modo molto energico. La mancanza di vitamina C è una delle cause di perdita di sangue dal naso. La mancanza di vitamina K è un altra possibile causa di emorragia nasale. La vitamina C rinforza i vasi sanguigni e favorisce una mucosa del naso sano. La vitamina K promuove la coagulazione del sangue, ma è meglio parlare con il medico circa l’assunzione di questa vitamina se vi ha prescritto farmaci anticoagulanti come warfarin ed aspirina.
12) Malattie cardiache: Come per esempio l’ipertensione e altre malattie del cuore.
13) Caffeina: L’assunzione di troppa caffeina da ogni “fonte” come caffè, bibite gassate contenenti caffeina, bibite energetiche contenenti caffeina e taurina.




Cosa bisogna evitare in caso di epitassi ? Qui di seguito alcuni pratici consigli in caso di perdita di sangue dal naso:
1) Rimanere sdraiati: Per esperienza personale vi consiglio di evitare di rimanere sdraiati quando vi esce il sangue dal naso. Così facendo non farete altro che favorire l’ingestione di sangue attraverso gola-faringe è questo provocherà vomito misto a sangue con continua nausea.
2) Soffiare il naso: Anche se vi è uscito il sangue dal naso da qualche ora evitate per quanto possibile altri “insulti” come per esempio quello di soffiare il naso. Dovete riuscire a far “riposare” i capillari permettendogli di “riparasi”.
3) Inserire tamponi etc: Evitate di inserire tamponi ed altri oggetti nel naso, seguite il rimedio principale numero 1 descritto ad inizio articolo.

Esperienze personali: Ogni qualvolta mi usciva il sangue dal naso quando ero bambino notavo che quando esso “passava” a distanza di qualche ora riuscivo a sputare del “catarro” proveniente dal naso pieno di grumoli di sangue. Appena sputato il catarro misto a sangue sapevo con certezza che anche l’ennesimo episodio di epitassi era passato.

Conclusioni: Se il sangue dal naso non si ferma oppure sperimentate ricorrenti episodi di “epistassi” diventa obbligatoria la consultazione con il medico curante. In particolari casi gravi ed improvvisi quando l’emorragia provoca vertigini e perdita di conoscenza è obbligatorio chiamare il 118 o rivolgersi al più vicino pronto soccorso. Spesso, le sporadiche perdite di sangue dal naso si risolvono in modo semplice e in genere non presentano rischi per la salute. Molti bambini a causa di violenti starnuti possono avere i capillari del naso molto fragili. In questo caso e nel caso di una rottura di quest’ultimi, c’è bisogno di un operazione “chirurgica” per “bruciare” e chiudere i capillari ribelli.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*