Proprietà e benefici Miele di Trifoglio

Proprietà e benefici Miele di Trifoglio: Il trifoglio è una delle piante più conosciute in assoluto nella cultura popolare. In realtà non è una semplice specie ma uno dei generi più ampi di tutta la famiglia delle Leguminose, comprendendo 69 specie circa che vengono coltivate per la produzione di foraggio oppure crescono spontaneamente. Tra le tipologie di trifoglio (il cui nome scientifico è Trifolium) più note e diffuse abbiamo il trifoglio incarnato, il trifoglio alessandrino e il trifoglio repens.

Il trifoglio incarnato è una specie che cresce senza difficoltà in terreni molto asciutti e poco ricchi di calcare; il suo clima prediletto è quello temperato, possibilmente fresco. La zona di massima diffusione è nel centro Italia, tra l’agro romano e la zona di Viterbo, ma è discretamente diffuso anche nel Sud. Il periodo di massima fioritura si ha da fine primavera fino a estate inoltrata, all’incirca da aprile a luglio.

benefici miele di trifoglio

Il trifoglio alessandrino è invece più adatto a terreni fertili, anche ricchi di argilla, e i climi sempre temperati ma più caldi; la fioritura avviene più o meno con le stesse tempistiche rispetto al trifoglio incarnato. E’ il trifoglio repens, anche conosciuto come trifoglio bianco, il tipo più comune: è diffuso nelle zone poco umide mentre nelle zone umide e irrigue di Piemonte e Lombardia rappresenta una specie perenne. Nella flora presente in Italia, è una delle piante più diffuse e si può trovare pressoché ovunque, dai bordi delle strade di campagna, ai prati non coltivati, a qualsiasi altitudine. E’ infatti in grado di prosperare benissimo a livello del mare come a duemila metri di altitudine. Per il trifoglio bianco, il periodo di fioritura si protrae per tutto il periodo estivo, da maggio fino a settembre.

Grazie al trifoglio è possibile ottenere un miele dalle ottime qualità, che attualmente rappresenta una componente importante in moltissimi tipi di miele millefiori in vendita lungo l’Italia. Il colore di questo miele è estremamente chiaro, tendente al bianco; quando cristallizza diventa di un colore bianco sporco. La cristallizzazione avviene in modo molto regolare e con una grana piuttosto fine.

Miele di trifoglio

Di fatto è un miele estremamente versatile e utile in cucina, oltre ad avere una serie di influssi positivi sulla salute; il sapore e l’aroma sono delicati e hanno una nota vegetale e floreale consistente. In alcuni casi è possibile sentire un aroma particolare di latte oppure di legumi. Vediamo ora quali sono i principali effetti benefici del miele di trifoglio, tenendo presente che è un miele piuttosto difficile da trovare secondo un criterio uniflorale. Risulta molto più facile trovarlo come parte di un buon miele millefiori.

Diventa obbligatorio l’acquisto di un prodotto interamente biologico e certificato. Il miele di trifoglio avrà un prezzo dai produttori locali che si aggirerà intorno ai 15-20 euro al kg.


1) Potente antisettico naturale: Alla pari di diverse altre tipologie di miele, il miele di trifoglio è un antisettico e immunizzante. Secondo diversi amanti della medicina naturale, assumendolo regolarmente possiamo incrementare le nostre difese immunitarie ed essere nettamente più resistenti ad attacchi virali e batterici durante la stagione fredda.

2) Un alleato delle ossa: Se state seguendo una terapia per ricalcificare le ossa, assumendo farmaci e prodotti chimici specifici, potete favorire il processo con la somministrazione regolare di miele di trifoglio. Secondo alcune “persone” pare che questo miele possa persino sostituire i farmaci nel loro compito di fissaggio del calcio nelle ossa.

3) Potente depurativo dell’organismo: Il miele di trifoglio ha proprietà e caratteristiche depurative e diuretiche. Possiamo impiegarlo per dolcificare tisane e bevande calde, ottenendo così un’azione benefica sul nostro organismo: potremo godere dei benefici depurativi del miele e al contempo eliminare più facilmente scorie e tossine grazie al processo di diuresi.

4) Energia per l’organismo: Essendo composto da zuccheri semplici e da energia subito spendibile, oltre ad avere un potere ricostituente, il miele di trifoglio è utile per chi ha bisogno di uno spuntino energetico oppure per chi si deve recuperare dopo un’influenza stagionale o una convalescenza piuttosto lunga, potendo così tornare facilmente alla routine quotidiana.

Avvertenze: Le persone allergiche ai prodotti dell’alveare devono prestare particolare attenzione nel consumare miele di trifoglio ma anche altri tipi di miele. Chi ha manifestato reazione allergiche precedenti è obbligato a consultarsi con il proprio medico curante e con il proprio allergologo professionista per trovare una soluzione al problema.

Conclusione: Il miele di trifoglio combinato a specifiche tisane depurative con tarassaco e zenzero sono un ottima combinazione per combattere i mali della stagione invernale. Non bisogna dimenticarsi di depurarci dalle scorie accumulate nell’organismo dopo intense alimentazioni non proprio idonee. La forza depurativa della natura non va mai sottovalutata.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*