Rimedi naturali allergia pollini

Rimedi naturali allergia pollini: Ultimamente soffro particolarmente di allergia e la stagione bomba è sempre maggio e giugno. Molte volte la mia allergia si manifesta con laringospasmo insopportabile che mi blocca il respiro e altre volte un solletico al polmone con una breve tosse secca veramente insopportabile. Sicuramente anche voi state soffrendo o avete sofferto di questo problema. In questo blog cercherò di far chiarezza e condividere con voi le mie esperienze.

Come e quando si manifestano i miei sintomi? Potete trovare tutte le informazione qualche riga più sotto.

Allergia pollini

Quando e come si manifestano i miei sintomi di allergia ai pollini?
1) Ho notato che i miei sintomi di allergia ai pollini si manifestano in giornate secche, ventose e particolarmente calde.
2) La stagione più a rischio è sempre la stessa maggio e giugno.
3) I miei sintomi peggiorano dopo un’intensa pioggia e poi caldo nuovamente. Per esempio se in questo momento piove non ho sintomi, ma se dopo la pioggia torna il caldo la mia allergia diventa veramente insopportabile.
4) Ho sofferto di problemi di allergia anche in inverno ma solamente in casa, perchè? Il problema erano i termosifoni che riscaldavano l’aria rendendola particolarmente secca.
5) I sintomi aumentano con l’assunzione di paracetamolo. Ho notato che il paracetamolo, la tachipirina etc, aumentano i miei sintomi allergici.
6) I pasti copiosi, e cioè abbondanti mi fanno sentire pieno e sentendomi pieno, rischio di avere maggiori problemi allergici ai pollini.
7) Il reflusso gastroesofageo è un altro problema correlato all’aumento dei sintomi allergici ai pollini.
8) Odori particolarmente intensi. A cosa mi riferisco? I sintomi della mia allergia aumentano in base a particolari odori e profumazioni intense. Questo capita sopratutto se visito una corsia di detergenti e profuma ambienti in qualche sezione di supermercato.
9) Tappeti in casa. I tappeti in casa raccolgono qualsiasi genere di polline e quindi cerco di evitarli e non metterli mai dentro casa. Al di la della loro bellezza la salute è molto più importante. Per esempio, se mi trovo a casa di amici che hanno un sacco di tappeti dentro casa loro la mia allergia, aumenta in modo particolarmente forte.

Pollini

Quali sono i rimedi e le strategie che adotto per contrastare i sintomi di allergia ai pollini?
1)
Assunzione quotidiana di vitamina C: Ho notato che assumere “1” grammo di vitamina C (Acido ascorbico) a stomaco vuoto tutte le mattine diminuisce i sintomi e a volte, una dose superiore elimina completamente l’allergia.
2) Farsi la doccia e cambiarsi: La maggior parte dei pollini che causano allergia si annidano nei nostri capelli e nei nostri vestiti. Quando mi faccio la doccia e cambio tutti i vestiti, i sintomi dell’allergia diminuiscono fino a scomparire.
3) Vapore acqueo caldo: Tra i vari esperimenti che ho fatto mi sono reso conto, che aprire tutti i rubinetti dell’acqua calda del bagno (doccia compresa) crea un atmosfera ricca di vapore acqueo caldo capace di eliminare quasi istantaneamente allergia e sopratutto laringospasmo in corso.
4) Installare un umidificatore: Quasi per tutti i bambini è consigliato avere nella propria camera da letto un umidificatore. Nel mio caso tengo accesso un umidificatore con ioni negativi sempre attivo. Quando l’aria diventa particolarmente secca, automaticamente le nostre mucose fanno lo stesso e si seccano a loro volta. Questo vale anche per la nostra bocca. L’umidificatore deve essere preferibilmente a vapore acqueo tiepido e con getto di ioni negativi e sopratutto deve avere un basso consumo energetico. Mantenendo l’aria con una buona percentuale di umidità abbasserà in modo considerevole gli allergeni presenti in aria.
5) Rimuovere i tappeti: Rimuovere tutti i tappeti dentro casa e sopratutto nella camera in qui si dorme farà si, che l’ambiente risulti più ospitale e privo di polvere e altri allergeni.
6) Cortisone: Il cortisone è una prevenzione, tenerlo sempre in tasca a volte può salvare la vita. So di essere predisposto ad allergie ai pollini e porto sempre con me una scatoletta di cortisone pronta all’uso se ce ne fosse bisogno. Generalmente sono contro l’uso del cortisone ma in certi casi come ho evidenziato precedentemente può salvare la vita.
7) Evitare le zone fumatori: La maggior parte delle volte che mi si è sviluppata una crisi allergica come il laringospasmo è successa in ambienti pieni di fumatori di classiche sigarette.
8) Mantenersi idratati: Abitualmente quando esco porto sempre con me una bottiglietta di acqua naturale e al primo sintomo di laringospasmo, ne prendo un goccio. Questo aiuta a mantenere la gola umida evitando spiacevoli inconvenienti.
9) Evitare la coca cola: La maggior parte dei sintomi correlati al laringospasmo causato dai pollini è stato quando ho bevuto la famosa bibita gassata coca cola. Non so che tipo di evidenza scientifica ci sia in tutto ciò ma per esperienza personale, nel periodo delle allergie, maggio-giugno la evito come la peste.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*