Proprietà e benefici Miele di Lavanda

Proprietà e benefici Miele di Lavanda: Spesso è sufficiente aprire un barattolo di miele di lavanda e annusare, per essere immediatamente catapultati nei paesaggi della Provenza con l’inconfondibile profumo delle vaste coltivazioni di questa pianta aromatica. La lavanda infatti, oltre ad avere un profumo molto particolare e gradevole, è uno dei gioielli delle pratiche di aromaterapia: secondo la nota disciplina, è in grado di dare un senso immediato di frescura e distensione del sistema nervoso.

Esistono all’incirca cinque varietà diverse della pianta di lavanda, e almeno tre delle quali sono presenti in Europa; il motivo principale per la coltivazione è quello della produzione di olio essenziale, un componente essenziale per moltissimi articoli di profumeria e cosmetica. Tuttavia, tutte le varietà di lavanda coltivate in Europa presentano anche la possibilità di produrre mieli di tipo uniflorale, ognuno con caratteristiche e peculiarità differenti: la maggior parte della produzione di miele di lavanda è però una miscela di tutte le varietà.

benefici miele di lavanda

I maggiori produttori, cioè la Francia e la Spagna dove i campi e le coltivazioni di lavanda abbondano, hanno infatti scelto la denominazione unificata di “miele di lavanda” per indicare tutte le varietà di miele o le loro miscele. Il miele di lavanda è un prodotto che possiamo definire “a rischio”: infatti, le coltivazioni classiche di lavanda appartenente alle specie prima indicate hanno lasciato spazio a nuove coltivazioni di varietà ibride, le quali consentono una produzione di olio essenziale molto più elevata.

Esistono poi i mieli prodotti grazie alla lavanda selvatica: in Spagna è presente una produzione abbastanza rilevante di miele di lavanda delle specie Lavandula iatifolia e Lavandula stoechas; quest’ultima varietà di lavanda è la più diffusa in Italia, più specificamente nelle isole (particolarmente la Sardegna) e lungo la costa tirrenica. Il miele della Lavandula stoechas è l’unico ad essere prodotto in quantità rilevante nel nostro Paese, ed è proprio la Sardegna il luogo di produzione per eccellenza. Altre produzioni più sporadiche si hanno nella zona delle Alpi a ridosso di Liguria, Piemonte e Francia, questa volta però con la Lavandula angustifolia. La fioritura della lavanda, e quindi la fase di produzione del miele, avviene a inizio primavera (da marzo a maggio circa) per la varietà L. stoechas mentre la L. angustifolia in estate, da giugno fino a settembre.

miele di lavandaIn generale, il miele di lavanda si presenta come un prodotto il cui colore va dal giallo ambra al paglierino, e tende a cristallizzare piuttosto in fretta, assumendo poi tonalità che vanno dal beige al giallognolo/bianco a cristallizzazione avvenuta. Vediamo ora quali sono le caratteristiche e le proprietà del miele di lavanda, ricordando però che non dobbiamo mai cuocerlo onde vanificare le sue qualità.




Il modo migliore per gustarlo è al naturale, mangiandone una cucchiaiata ogni giorno oppure abbinandolo ai formaggi e alla frutta: nello specifico, si sposa bene con i formaggi stagionati dal gusto forte e intenso, come il pecorino sardo. Qui sotto possiamo visionare un fenomenale video dove è possibile vedere al lavoro un ape operaia intenta a raccogliere il prezioso nettare dai fiori della pianta di lavanda.

1) Un aiuto per il sistema nervoso: In modo simile alla pianta della lavanda da cui deriva, il miele di lavanda è un ottimo calmante per il nostro sistema nervoso: è in grado di ridurre la tensione sia a livello psicologico che fisico.
2) Aiuta il sistema respiratorio: Possiamo usare il miele di lavanda come coadiuvante nel trattamento di lievi disturbi all’apparato respiratorio: ad esempio, risulta utile per fermare la tosse e disinfiammare le corde vocali.
3) Antisettico e battericida: Grazie alla presenza del portentoso olio essenziale di lavanda, il miele di lavanda risulta un ottimo antisettico e battericida, che possiamo usare come disinfettante e agente cicatrizzante. In tempi remoti, veniva infatti usato per preparare impacchi che aiutavano la guarigione delle ferite.
4) Ricco di vitamine e minerali: Essendo un alimento ricco di sali minerali, come il ferro e il manganese, il miele di lavanda è ottimo nella dieta di chi soffre di anemia, ma anche per gli sportivi e per i ragazzi in crescita. Inoltre, questo tipo di miele è ricco di altre potenti sostanze nutritive capaci di contrastare la formazione di radicali liberi all’interno del nostro organismo.

Avvertenze: Il miele di lavanda come altri tipi di miele può causare allergie respiratorie e shock anafilattico in soggetti allergici. Le persone che hanno manifestato in passato allergia al miele o ad altri prodotti dell’alveare, devono obbligatoriamente consultarsi con il proprio medico curante e\o allergologo professionista.

Conclusioni: Il miele di lavanda è un ottimo alleato per la nostra salute nella fredda stagione invernale. Se siamo intenti ad acquistare questo fenomenale miele dall’intenso odore e sapore vi consiglio di rivolgersi ad apicoltori locali e a miele biologico ed organico di qualità e a km 0. Il prezzo del miele di lavanda selvatica si aggira intorno ai 15 euro al kg. Diffidate dai mieli di dubbia provenienza ed acquistate un prodotto originale Made in Italy.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*