7 Effetti Collaterali del caffè

7 Effetti Collaterali del caffè: E’ sempre stato pubblicizzato come una panacea per molti mali ma tutte le volte che l’ho bevuto sono stato veramente molto male. Nonostante dispendiose ricerche scientifiche sugli effetti benefici del caffè le esperienze personali sono quelle che contano di più. C’è chi bevendo caffè si sente molto bene e rilassato con forza ed energia e chi come il sottoscritto, avverte uno stato di ansia e agitazione fuori dalla norma. Come è possibile tutto questo? Il caffè può veramente essere così dannoso per il nostro organismo? Perché non agisce ugualmente su tutte le persone? In questo articolo, vi porterò alla scoperta dei sette maggiori effetti collaterali del caffè basati sulle mie esperienze.

La sostanza o meglio ancora principio attivo del caffè è la “caffeina”. Possiamo trovare la caffeina anche nel cioccolato fondente, nelle bibite gassate, nelle bibite energetiche di ultima generazione e nel famoso dolce denominato “tiramisù”. La maggior-parte delle ricerche scientifiche parlano in modo positivo del caffè e dei suoi antiossidanti ma si parla sempre meno degli effetti collaterali che il caffè potrebbe avere su alcuni soggetti “sensibili” alla caffeina. La maggior parte del caffè è coltivato a forza di “pesticidi“. Un caffè ogni tanto può anche essere salutare ma purché, sia di altissima qualità e biologico. Nonostante queste rassicurazioni, ho avuto sempre problemi anche con quello di qualità e garantito biologico.

controindicazioni caffè

Quali sono esattamente gli effetti collaterali di cui parlo e che si presentano ogni qualvolta assumo caffè? Inizialmente ci si accorge di non sentirsi bene e di essere agitati. Quando qualcuno ci fa arrabbiare e come se improvvisamente il sangue salisse alla testa e si ha una sensazione di pienezza o testa piena. Oltre alla difficoltà ad addormentarsi, si ha proprio agitazione e ansia ed in alcuni momenti, può scatenare dei veri e propri attacchi di panico. Dopo l’assunzione di caffè per oltre un mese da diverse fonti la mia pressione “minima” è salita a 99. Solamente dopo un cambiamento di dieta e l’eliminazione di tutte le fonti di caffeina la mia pressione minima è scesa nuovamente ad 80 nel giro di pochi giorni.

Come è possibile che leggendo migliaia di articoli sparsi per la rete mi ritrovo sempre a leggere di tutti gli effetti positivi di questa bevanda e quando la bevo mi sento male? Milioni di persone al mondo non rinuncerebbero mai al caffè è la bevanda più consumata al mondo eppure, tutti i medici quando abbiamo problemi di cuore o siamo ansiosi ed agitati ci dicono, riduci il consumo di caffè, smetti di bere caffè. E’ veramente un alimento sano per il nostro organismo? Al di la di tutti i studi sui presunti benefici del caffè le esperienze personali sono quelle che contano di più. Molte persone e conoscenti mi dicono che nonostante tutto, loro, non possono rimanere senza caffè perchè si sentono sempre allerti e sopratutto “svegli”. La maggior-parte di loro ha problemi di ipertensione. Qui di seguito verranno riassunti i maggiori effetti collaterali di cui sono stato testimone sulle mia pelle.

effetti collaterali caffè

1) Agitazione: La mia esperienza comincia dopo aver consumato del tiramisù un dolce molto comune e apprezzato da tutti per la presenza di caffè. Dopo 2 ore dall’assunzione sono incominciati i primi problemi. Agitazione e stato di agitazione che non tendeva ad andare via. L’agitazione era molta quando cercavo di alzarmi da seduto come se avessi un macigno sullo stomaco. Misurando la tensione mi sono accorto di avere 140/99 una pressione che mai avevo avuto prima in vita mia. Dopo alcuni giorni mi è passato e inconsciamente, ho mangiato altro tiramisù molto fresco e fatto con un espresso di qualità. Stessi sintomi e la pressione alle stelle con minima a 99. Stessi problemi con qualsiasi tipo di caffè o con una banale tazzina di caffè o cappuccino.




2) Ansia: Non solo l’agitazione ma anche moltissima ansia con un imminente paura di “morire”. Il cuore sembrava correre velocemente e mancava poco per un attacco di panico. Oltre all’ansia, si ha anche “stress” per la paura che questo episodio tenda a durare molto.
3) Sudorazione: La sudorazione di mani e piedi è sempre stato un problema “reale” tutte quelle volte che ho assunto caffè. Sia le mani che i piedi iniziano a sudare e si ha una sorta di agitazione.
4) Cardiopalmo: Si ha la sensazione che il cuore inizi a “correre”. Il cardiopalmo è la sensazione di sentire il proprio cuore battere. Questo succede sopratutto quando si ha la febbre ma è molto facile accorgersi di questo “problema” quando si assume del caffè. A volte, anche le extrasistole fanno la loro comparsa.
5) Testa piena: Quando si assume caffè circa due ore dopo gli effetti collaterali iniziano a presentarsi. Se banalmente ci ritroviamo ad affrontare una discussione e ci arrabbiamo si avrà la sensazione di testa piena e la sensazione di perdere il controllo o di svenire da li a poco. Si sente proprio come se la testa venga irrorata più del dovuto e la circolazione fosse come un motore che non viene lubrificato.
6) Vampate di calore: Con la sudorazione di mani e piedi e possibile assistere anche a vampate di calore e subito dopo, tremori. Tutte le volte che ho assunto caffè ho avuto i stessi sintomi o meglio ancora, effetti collaterali.
7) Insonnia: L’insonnia non è una cosa nuova sopratutto quando si parla di caffè. E’ ovvio che non si può dormire quando siamo agitati. L’agitazione è sempre presente per non parlare anche di numerosi problemi a livello gastrico.

Come ho risolto? Quando ho sperimentato questi sintomi mi sono preoccupato molto ed ho deciso di bere molta acqua per facilitare la diuresi. Strano ma vero anche l’urina aveva un forte odore di caffè. Dunque, è importante idratarsi e più si beve acqua più si ha la possibilità di eliminare naturalmente la caffeina presente nel nostro organismo e di purificare il nostro sangue. Ho utilizzato sia acqua naturale che acqua minerale o meglio ancora “frizzante”. Dopo aver bevuto molta acqua facilitando la diuresi mi sono sentito quasi per magia “immediatamente” meglio e la mia pressione sanguigna nuovamente ha segnato una diminuzione da 140/99 a 120/80. La soluzione “ulteriore” e non assumere mai più caffè in vita mia per evitare queste brutte esperienze che mi hanno accompagnato numerose volte nel corso degli anni.

Conclusioni: Non tutte le persone manifestano i sintomi che io stesso ho manifestato. Non so se sia una sensibilità del mio organismo verso una certa sostanza fatto sta, che eliminando e non “riducendo” il caffè, i sintomi sono scomparsi. Se anche voi avete manifestato questo genere di sintomi allora è meglio per voi che rinunciate al caffè. E’ bene farsi controllare il cuore e sopratutto la pressione per essere sicuri. E’ normale diranno in molti che il caffè alza la pressione ma la normalità si ferma quando alcuni sintomi invece di buoni non ci fanno sentire a nostro agio ma anzi, ci fanno stare male. In caso dei sintomi qui sopra riportati, la consultazione con il proprio medico curante diventa obbligatoria.